Esami integrativi e di idoneità

Informazioni su esami e programmi

Cos'è

E' la procedura che consente il passaggio ad altro ordine di studi. E' una decisione di grande importanza per il futuro dello studente, e a tale decisione si deve giungere a seguito di una riflessione profonda e di motivazioni molto serie. 

Come si accede al servizio

Si accede al servizio compilando i moduli per la richiesta del passaggio da altra scuola. Si richiede di contattare la segreteria all'indirizzo mmail mopm01000t@istruzione.it

Domanda di passaggio classi seconde Musicale

Domanda di passaggio terza, quarta e quinta Liceo Musicale

Domanda di passaggio terza, quarta e quinta Liceo Scienze Umane e Economico Sociale

Domanda di passaggio seconda Liceo delle Scienze Umane ed Economico Sociale

Luoghi in cui viene erogato il servizio

Liceo Sigonio

Cosa serve

Occorre conoscere i contenuti irrinunciabili di tutte le discipline insegnate al Liceo Sigonio, estratte dal Curricolo d'Istituto. 

Tempi e scadenze

Le domande dovranno essere presentate entro il 30 giugno di ogni anno (1 luglio solamente nel caso che il 30 giugno sia festivo) per richiedere il passaggio a tutti gli indirizzi: Scienze Umane, Scienze Umane opzione Economico Sociale, Musicale. 

Idoneità preliminare all’ammissione all’esame di stato da parte di privatisti L’ammissione all’esame dei candidati esterni è subordinata al superamento dell’esame preliminare, come indicato nell’art.7 dell’OM n.205/2019. 

La domanda di ammissione deve essere presentata entro il 30 novembre all’Ufficio scolastico provinciale. 

Gli esami si svolgeranno indicativamente alla fine del mese di maggio, previa assegnazione dei candidati ad una sezione i cui insegnanti effettueranno le operazioni di esame.

Contatti

Tutta la documentazione dovrà essere inviata via mail alla segreteria didattica del Sigonio (mopm01000t@istruzione.it).

Struttura responsabile del servizio

Ulteriori informazioni

Premessa
Il passaggio ad altro ordine di studi è una decisione di grande importanza per il futuro dello
studente, e a tale decisione si deve giungere a seguito di una riflessione profonda e di motivazioni
molto serie.
Una scelta del genere dovrebbe essere preceduta da un confronto con la famiglia e con i docenti
della scuola di provenienza, per poter identificare la natura dei problemi che spingono al
cambiamento e creare le condizioni migliori per superare difficoltà momentanee, che non devono
necessariamente indurre all’abbandono del percorso inizialmente scelto. Problemi di relazione con
insegnanti e compagni, difficoltà nell’affrontare l’aumento del carico di lavoro non impongono
necessariamente di “cambiare strada”. Anche perché deve essere molto chiaro che lo studio richiede
comunque impegno e dedizione, e che nessun indirizzo di studi potrebbe prescindere da questo
presupposto.
Se, al contrario, la volontà di cambiamento è il risultato della consapevolezza di una scelta non
adatta alle proprie inclinazioni e ai propri interessi, si potrà procedere, confidando nel fatto che il
cambiamento venga operato per vivere in una situazione di apprendimento più adeguata alle proprie
attitudini e capacità.
Il presente documento intende essere una guida per gli studenti che abbiano consapevolmente
maturato l’intenzione di cambiare indirizzo di studi, e presentare a loro e alle loro famiglie le
modalità che regolano il passaggio e gli esami, integrativi e di idoneità, necessari a compierlo,
secondo la normativa vigente:

D.Lgs. 297/94, art. 192, 193; (T.U. con successive modifiche)
O.M. 90/01, art. 21, 23, 24;
Nota protocollo MIUR 0033071 del 30-11-2021 (C.M. per le iscrizioni);
Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. Linee guida (ai sensi dell’articolo 1, comma 785, legge
30 dicembre 2018, n. 145)
DM 5 8/2/2021 (Decreto Ministeriale concernente gli esami integrativi e gli esami di idoneità nei percorsi del
sistema nazionale di istruzione)

A cosa serve

Il presente documento intende essere una guida per gli studenti che abbiano consapevolmente maturato l’intenzione di cambiare indirizzo di studi, e presentare a loro e alle loro famiglie le modalità che regolano il passaggio e gli esami, integrativi e di idoneità, necessari a compierlo, secondo la normativa vigente

Descrizione breve

Passaggi al Liceo Sigonio

Esami integrativi
Gli esami integrativi permettono ad uno studente già iscritto ad una scuola secondaria di II grado il
passaggio a scuole di diverso indirizzo. Hanno come argomento le materie, o parti di materie, che
non sono state affrontate nel corso di studi di provenienza.
Importante: non è consentito il passaggio ad altro indirizzo in condizione di giudizio sospeso, cioè in
presenza di debiti formativi. Pertanto lo studente che non riesca a superare i debiti, e non risulti

ammesso alla classe successiva, può effettuare il cambio d’indirizzo solamente passando a classe di
pari livello di quella che dovrebbe ripetere (con esami integrativi in base alla valutazione del
curricolo).
Esami di Idoneità
Gli esami di idoneità si sostengono per accedere ad una classe successiva a quella per cui si possiede
il titolo di ammissione; hanno come argomento i programmi integrali delle classi precedenti quella
che lo studente desidererebbe frequentare.

Esami Integrativi e passaggi da altri istituti
Passaggi nel 1° anno
Gli alunni che frequentano il 1° anno di corso in altro Istituto secondario e desiderano riorientarsi ed
iscriversi al 1° anno di un corso di studi del Liceo Sigonio possono chiedere il passaggio, fatta salva la
proporzione tra le classi, la disponibilità di posti e la capacità degli ambienti, presentando il Nulla
Osta della scuola di provenienza entro il 31 dicembre.
Il Dirigente Scolastico individuerà la classe in cui lo studente verrà inserito e lo comunicherà
all’alunno e al coordinatore della classe.
La stessa procedura, con gli stessi vincoli, verrà adottata in caso di passaggio interno da un indirizzo
all’altro. In caso di trasferimento interno, lo studente e la famiglia contatteranno comunque il
docente referente e la Dirigenza per valutare le ragioni del cambiamento. La Dirigenza, previa
eventuale richiesta di informazioni al CdC di provenienza, valuterà se esiste la possibilità numerica
per il cambiamento richiesto.
Risulta escluso il passaggio all’indirizzo musicale, regolato da norme e graduatorie specifiche di
accesso.
In caso di passaggio effettuato prima della fine del primo periodo, sia da altri istituti, sia da altro
indirizzo, i docenti della classe di destinazione potranno visionare le valutazioni effettuate nella
classe di provenienza, ma solamente a titolo informativo.
Nel caso in cui un docente, alla fine del primo periodo, ritenga di non poter esprimere una
valutazione causa tardivo inserimento dello studente nella classe, il giudizio formulato sarà un “non
valutato” la cui ragione verrà specificata nel verbale dello scrutinio.
Sarà consigliabile procedere come segue:
1. contattare il coordinatore di classe e/o il docente che si occupa di orientamento,
riorientamento o disagio nella scuola di appartenenza e individuare la nuova scuola in cui
trasferirsi;
2. contattare il Dirigente scolastico del Liceo Sigonio, che potrà verificare la possibilità di
accogliere un nuovo studente sulla base degli elementi indicati da norme e regolamenti;

3. richiedere il nulla-osta della scuola di provenienza, una volta verificata la possibilità
dell’iscrizione al Liceo Sigonio.
Passaggi al 2° anno e ad anni successivi
I passaggi al 2° anno e successivi non sono ammessi in corso d’anno.
Passaggi al 2 anno
Gli alunni che desiderano chiedere il passaggio al Liceo Sigonio dopo aver frequentato la classe 1° di
qualsiasi indirizzo di secondaria superiore ed essere stati ammessi al 2° anno di corso, o dopo aver
frequentato la classe 2° riportando a fine anno un giudizio di non ammissione, possono ottenere il
passaggio in caso di presenza di posti disponibili, presentando domanda entro il 30 giugno.
Eventuali richieste eccedenti rispetto ai posti disponibili saranno gestite stilando una graduatoria
sulla base, nell’ordine, dei seguenti criteri:
1. comune di residenza (precedenza dei residenti a Modena),
2. media delle valutazioni finali in italiano, matematica, inglese della I superiore
3. in caso di parità, media finale della pagella di I superiore.
Tali criteri fanno riferimento a quelli deliberati dal Collegio dei Docenti in merito alla gestione delle
domande di iscrizione eccedenti per le classi Prime (delibera n°12, del 18/05/23)
L’acquisizione dei contenuti delle discipline non curricolari, più eventuali integrazioni nelle
discipline curricolari, che sarà affidata direttamente agli studenti, sarà verificata attraverso prove
d’ingresso; eventuali lacune dovranno essere recuperate nel corso del primo periodo dell’anno di
iscrizione.
Gli studenti che richiedono il passaggio alla classe Seconda dell’indirizzo musicale dovranno
comunque sostenere con esito sufficiente le prove integrative nelle discipline di indirizzo: Strumento
1 e 2, Teoria armonia e composizione, Tecnologie musicali, Storia della musica (secondo i programmi
presenti sul sito o che potranno essere chiesti in segreteria). Nel caso di prove non pienamente
sufficienti la commissione potrà valutare l’ammissione del candidato col riconoscimento degli
eventuali debiti formativi, riconosciuti ad insindacabile giudizio della commissione valutatrice,
eventualmente da colmarsi mediante specifici interventi da realizzare all’inizio dell’anno scolastico
successivo.
Si procederà come segue
1. la domanda per il passaggio a tutti gli indirizzi, Scienze Umane, Economico Sociale,
Musicale, dovrà essere presentata entro il 30 giugno di ogni anno (1 luglio solamente nel caso
che il 30 giugno sia festivo);
Nessuna domanda pervenuta oltre questi termini sarà presa in considerazione.
2. La domanda dovrà essere corredata dalla documentazione della carriera scolastica
precedente dell’allievo:

a. diploma di terza media;
b. giudizio orientativo finale;
c. pagelle degli anni di corso già sostenuti in altri istituti);
d. certificazione / segnalazione DSA, ove presente.
3. la domanda per l’indirizzo musicale dovrà essere corredata dalla ricevuta del pagamento
della tassa d’esame (come da indicazioni riportate sulla domanda di iscrizione, che riporta
IBAN o cc postale che possono essere utilizzati per il versamento)
Tutta la documentazione dovrà essere inviata via mail alla segreteria didattica del Sigonio
(mopm01000t@istruzione.it). Le domande con documentazione incompleta o mancante non
saranno prese in considerazione.

Passaggi al 3 anno e successivi
Gli alunni che hanno frequentato la classe 2° (o successiva) di qualsiasi indirizzo di secondaria
superiore, sono stati ammessi al 3° anno di corso (o successivo) e desiderano chiedere il passaggio al
3° anno (o successivo) di un indirizzo del Liceo Sigonio devono procedere presentando domanda di
ammissione agli esami integrativi.
Si procederà come segue
4. la domanda per il passaggio a tutti gli indirizzi, Scienze Umane, Economico Sociale,
Musicale, dovrà essere presentata entro il 30 giugno di ogni anno (1 luglio solamente nel caso
che il 30 giugno sia festivo);
Nessuna domanda pervenuta oltre questi termini sarà presa in considerazione.
5. La domanda dovrà essere corredata dalla ricevuta del pagamento della tassa d’esame (come
da indicazioni riportate sulla domanda di iscrizione, che riporta IBAN o cc postale che
possono essere utilizzati per il versamento) e dalla documentazione della carriera scolastica
precedente dell’allievo:

a. diploma di terza media;
b. giudizio orientativo finale;
c. pagelle degli anni di corso già sostenuti in altri istituti);
d. certificazione / segnalazione DSA, ove presente.

Tutta la documentazione dovrà essere inviata via mail alla segreteria didattica del Sigonio
(mopm01000t@istruzione.it). Le domande con documentazione incompleta o mancante non
saranno prese in considerazione.

Per ogni tipo di passaggio, al secondo anno o ad anni successivi, sarà opportuno ricordare quanto
segue:

1. Sarà comunque utile contattare il Liceo Sigonio e il docente referente per i passaggi il prima
possibile, per poter meglio organizzare la conoscenza dell’allievo e la comparazione dei
curricoli, per ottimizzare la preparazione delle prove necessarie al passaggio. Gli allievi
dovranno infatti sostenere esami integrativi, per le discipline, o parti di discipline, non
previste dal precedente indirizzo.
2. Gli esami saranno costituiti da prove scritte, che dovranno avere termine prima dell’inizio
delle lezioni, orientativamente nella prima o seconda settimana di settembre.
3. Gli esami saranno uno per ogni anno della disciplina che si deve integrare (a titolo di
esempio, un allievo che chieda il passaggio alla classe terza del Sigonio indirizzo Scienze
Umane dal liceo Scientifico dovrà sostenere due esami di Diritto e due di Scienze Umane,
oltre alle eventuali integrazioni relative alle discipline in comune).
4. Potranno essere costituiti da domande a risposta aperta o da qualunque altra forma i
docenti delle singole discipline ritengano adeguata per verificare le conoscenze e competenze
richieste agli allievi.
5. Le prove saranno atte ad accertare la piena idoneità alla frequenza o possibili debiti
formativi, riconosciuti ad insindacabile giudizio della commissione valutatrice,
eventualmente da colmarsi mediante specifici interventi da realizzare all’inizio dell’anno
scolastico successivo.
6. Laddove i candidati abbiano superato l’esame con debiti formativi, tali debiti dovranno essere
recuperati nel corso dell’anno scolastico secondo le modalità stabilite dai docenti delle
discipline coinvolte, e, ove non saldati, costituiranno un elemento di valutazione negativo per
l’attribuzione del debito a fine anno scolastico.
Superata la prova, l’iscrizione al Liceo Sigonio sarà perfezionata presentando nulla osta della scuola
di provenienza e ricevuta del versamento del contributo scolastico.
La prova attitudinale richiesta per l’ammissione al liceo musicale si considererà superata a fronte di
esiti positivi nelle prove delle discipline specifiche: Teoria, analisi e composizione, Tecnologie
Musicali, Storia della Musica (un esame per ogni anno di idoneità da conseguire) e Strumento 1 e
Strumeto 2, (una prova per strumento, in cui si dovrà dimostrare di possedere le competenze
esecutive richieste per l’anno di corso in cui si chiede il passaggio secondo i programmi redatti per
ogni strumento con riferimento agli obiettivi minimi previsti (il programma è reperibile sul sito della
scuola o potrà essere richiesto in segreteria).
Nel caso di prove non pienamente sufficienti la commissione potrà valutare l’ammissione del
candidato col riconoscimento degli eventuali debiti formativi, riconosciuti ad insindacabile giudizio
della commissione valutatrice, eventualmente da colmarsi mediante specifici interventi da realizzare
all’inizio dell’anno scolastico successivo.
Studenti con giudizio sospeso
Per motivi organizzativi, gli esterni con giudizio sospeso che intendono sostenere esami integrativi
presso questo Liceo devono comunque presentare la domanda entro il 30 giugno (15 maggio per le

iscrizioni agli integrativi del musicale). L’ufficio di segreteria registrerà la domanda e l’accetterà con
riserva, in attesa del nulla osta definitivo da parte della scuola di provenienza, che potrà essere
ottenuto solo superate le prove del debito di settembre.
Programmi d’esame
Sul sito della scuola sono pubblicati i programmi per obiettivi minimi richiesti per gli esami
integrativi. Tali programmi dovranno essere svolti per intero in caso di discipline non
precedentemente affrontate; saranno invece concordati con il docente referente le eventuali
integrazioni nelle discipline già precedentemente seguite, previa valutazione del curricolo dei singoli
allievi. Questo significa che gli allievi, appena possibile e comunque tassativamente entro il 30
giugno, dovranno inviare al referente copia dei programmi di tutti gli insegnamenti comuni al
curricolo dell’indirizzo del Sigonio al quale vogliono accedere; su una apposita cartella drive la
docente indicherà tutti gli esami da sostenere e tutte le eventuali integrazioni. A titolo di esempio,
un allievo che provenga dal Selmi Linguistico dovrà sostenere gli esami di diritto e scienze Umane, e
con ogni probabilità anche una integrazione in latino (nel curricolo dell’istituto di provenienza le ore
di latino sono solo due e solo al biennio, al Sigonio le ore sono tre al biennio e due in tutto il
triennio).
Se i programmi richiesti non saranno presentati, la domanda non sarà presa in considerazione.
I testi da utilizzare sono quelli in adozione presso il Liceo Sigonio. Chi intendesse utilizzare testi
diversi da quelli in uso dovrà segnalarne i titoli alla Commissione non meno di 15 giorni prima
dell’esame e presentarsi all’esame con i testi su cui ha svolto la propria preparazione.
Calendario delle prove
Nel corso del mese di agosto sarà cura del Liceo Sigonio far pervenire il calendario degli esami di
idoneità/integrativi al domicilio del candidato/candidata.
Graduatorie
Laddove le richieste fossero particolarmente numerose, e non fosse numericamente possibile
inserire tutti gli allievi che hanno superato gli esami integrativi, sarà stilata una graduatoria dei
risultati ottenuti e verranno ammessi alla frequenza gli allievi coi risultati migliori anche per le
richieste di iscrizione a 3° anno e successivi.

Esami di Idoneità
Candidati interni
Gli esami di idoneità sono richiesti e sostenuti da chi, all’interno del medesimo corso di studi,
intende essere ammesso alla frequenza di una classe per la quale non possiede il previsto titolo di
ammissione. Il candidato dovrà sostenere un esame su tutte le materie degli anni di corso precedenti
alla classe per cui si richiede l’idoneità da conseguire al termine dell’esame.

Per l’ accesso agli esami di idoneità, è necessario che lo studente abbia un’età non inferiore a quella
di chi ha seguito regolarmente gli studi. Possono presentare domanda per gli esami di idoneità i
candidati interni che non hanno frequentato o si sono ritirati entro il 15 Marzo dell’anno scolastico in
corso, o i candidati che hanno regolarmente frequentato un anno e chiedono l’idoneità a quello
successivo a quello al quale sono stati ammessi. Per tali allievi la domanda per sostenere in apposita
sessione gli esami di idoneità va presentata entro il 30 giugno di ogni anno (1 luglio solo nel caso in
cui il 30 giugno sia festivo), se non diversamente stabilito dalla C.M. sulle iscrizioni.
Candidati esterni
Gli esami di idoneità possono essere sostenuti anche da candidati esterni al fine di accedere ad una
classe di istituto secondario di secondo grado successiva alla prima. Per la partecipazione agli esami
di idoneità sono considerati candidati esterni coloro che cessino di frequentare l’istituto o scuola
statale, pareggiata o legalmente riconosciuta prima del 15 marzo; e la domanda deve essere
presentata entro il 30 giugno di ogni anno (1 luglio solo nel caso in cui il 30 giugno sia festivo), se non
diversamente stabilito dalla C.M. sulle iscrizioni.
Gli esami di idoneità si svolgono in un’unica sessione nel mese di settembre, prima dell’inizio delle
lezioni dell’anno successivo.
Il candidato dovrà sostenere un esame su tutte le materie degli anni di corso precedenti e
conseguire, al termine dell’esame, l’idoneità all’anno di corso richiesto.
E’ necessario, per l’accesso agli esami di idoneità, che lo studente abbia un’età non inferiore a quella
di chi abbia seguito regolarmente gli studi, secondo le norme in vigore.
Idoneità preliminare all’ammissione all’esame di stato da parte di privatisti
L’ammissione all’esame dei candidati esterni è subordinata al superamento dell’esame preliminare,
come indicato nell’art.7 dell’OM n.205/2019.
I candidati esterni che non sono in possesso della promozione o dell’idoneità all’ultima classe
possono essere ammessi a sostenere l’Esame di Stato solo in seguito al superamento di un esame
preliminare inteso ad accertare la loro preparazione sulle discipline previste dal piano di studi
dell’anno o degli anni per i quali non sono in possesso della promozione o dell’idoneità alla classe
successiva, nonché su quelle previste dal piano di studi dell’ultimo anno.
Sostengono, inoltre, l’esame preliminare sulle discipline previste dal piano di studi dell’ultimo anno i
candidati in possesso di idoneità o di promozione all’ultimo anno, che non hanno frequentato il
predetto anno ovvero che non hanno comunque titolo per essere scrutinati per l’ammissione all’
esame.
La domanda di ammissione deve essere presentata entro il 30 novembre all’Ufficio scolastico
provinciale.

Gli esami, in forma scritta, si svolgeranno indicativamente nella seconda metà del mese di maggio,
previa assegnazione dei candidati ad una sezione i cui insegnanti effettueranno le operazioni di
esame.

Tag pagina: Servizi